Fideiussione nei contratti di locazione

La fideiussione bancaria nei contratti di locazione consente di poter usufruire della fideiussione bancaria anche per affitto, consentendo ad entrambe le parti di avere garanzie maggiori. Ecco alcune informazioni sulla fideiussione nei contratti di affitto su guida-mutui.it.

Come funziona la fideiussione bancaria nei contratti di affitto

Nel caso si debba effettuare la stipula di un contratto di locazione per un appartamento o per un edificio per lo svolgimento del proprio lavoro, o anche nelle situazioni in cui si debbano affittare degli immobili di proprietà ma si vuole avere la certezza che l’inquilino paghi regolarmente: la fideiussione bancaria rappresenta certamente una buona soluzione.

La fideiussione bancaria per locazione vede le sue origini dalla sentenza n. 3525 del 13 febbraio 2009 eseguita dalla Corte di Cassazione e che ha come primario obiettivo quello di garantire maggiormente ai proprietari degli immobili in affitto sul pagamento, in particolare nei casi in cui le tre mensilità previste per legge non siano capaci di coprire danni eventuali che potrebbero subire gli edifici oppure gli appartamenti.

Ultimamente i proprietari di immobili più scrupolosi richiedono, prima di stipulare un contratto di locazione, l’opposizione della firma per la fideiussione bancaria per locazione. Mediante tale sistema, l’inquilino verserà in banca una cifra corrispondente alla somma degli interessi conteggiati sul canone annuo di affitto. La banca che prende parte all’accordo fra le due parti prima di andare a fornire le utili garanzie al locatore analizzerà in modo oculato la situazione patrimoniale del soggetto, analizzando la busta paga, innanzitutto, prima di firmare i relativi documenti.

Occorre considerare che tale clausola ha in previsione varie analisi e verifiche della banca, che non va a porsi come garante senza una attenta valutazione di tutta la situazione del caso. Ovviamente ciò comporterà un allungamento dei tempi per il conteggio dell’importo da versare alla banca come deposito e quindi, pure un possibile ritardo della relativa firma del contratto di locazione.

Quando avviene la stipula del contratto, occorre fare attenzione alle clausole possibili incluse nel documento e che possono essere relativa a:

  • durata del contratto, con la stipula occorre fare attenzione alla durata del contratto di fideiussione, generalmente la validità è di un anno.
  • Tipo di garanzia, firmando tale contratto l’istituto di credito si assume la responsabilità di diventare garante per il pagamento dell’affitto. La banca fissa, però, nei documenti il tetto massimo oltre ad esso non sarà più responsabile.
  • Rimborso, occorre analizzare la quantità dei mesi in previsione dal contratto ed il canone di mora che la banca può risarcire.
  • Clausola di escussione.